Get Adobe Flash player

Re.BIT Login

Cerca

Topic recenti

  • Nessun messaggio da mostrare.

Ultimi Commenti

Top Post Commenti

Statistiche Forum

  • Totale utenti: 454
  • Ultimo utente: antonio
  • Messaggi totali: 1220
  • Discussioni in totale: 204
  • Totale sezioni: 6
  • Categorie totali: 36
  • Aperti oggi: 0
  • Aperti ieri: 0
  • Risposte odierne: 0
  • Risposte di ieri: 0

Widget Readers

E' passato quasi un anno dallo sviluppo del Nirvana, il motore grafico per lo Zx Spectrum, che ha risolto quello che poteva essere considerato un "marchio di fabbrica", il colour clash, ma anche una piaga per molti programmatori, dove al posto di far annegare sprite ed oggetti mobili sullo schermo nei colori dello sfondo, si preferiva spesso optare per una grafica monocromatica, dove se da una parte la giocabilità di molti titoli era quasi garantita, dall'altro la resa video lasciava a desiderare. Questo perché, ricordiamo, in una cella di 8x8 pixel, lo Zx Spectrum consente di avere solo due colori, il foreground dove viene definita la pattern del disegno e il background, obbligatoriamente largo tutta la cella interessata. Il primo gioco ufficiale a godere del Nirvana è stato il...
Vola e spara di qua, gira l'angolo e trova l'uscita di la, attacca il carro di fronte, fai l'inventario delle tue cose e scappa dal cane lanciandogli bombe (...oddio potrebbero denunciarmi per maltrattamento animali! NdR); no, questo non è un gioco di ruolo, ma le nuove esperienze di gioco targate 2015, che gli utenti del piccolo Commodore Vic 20 potranno testare.
"Certo che la vita è dura..." questo deve aver pensato il nostro protagonista GRUPP, bellissimo principe, donnaiolo, uomo di corte, conte, etc etc... e sicuramente accontentare tutte le nove figlie del Re, è un lavoro arduo e stancante. Ma il Re, si è stancato e con un editto: "Ordino l'immediata carcerazione delle mie nove figlie, e ordino che l'esercito in carica catturi il principe/donnaiolo/conte etc etc GRUPP". E adesso tocca al nostro eroe rispondere per le rime, liberando le nove figlie e contrastando l'esercito per poter finalmente ripristinare il suo onore.
Era da un po' che annusavo nell'aria novità importanti per tutto il settore 8-bit e non mi sono sbagliato. Molte sono state le novità dall'inizio di questo 2015 e questa volta siamo giunti anche sul sistema di Alan Sugar, l'Amstrad CPC. Molti utenti ricorderanno bene che per questo computer non esisteva alcuna conversione ufficiale dell'esplosivo maze-game di casa Hudson, ma come ogni sistema videoludico che si rispetti, anche l'Amstrad CPC aveva il suo bel clone di Bomberman, chiamato Megablasters e sviluppato nel 1994 dalla Radical. A distanza di oltre vent'anni i programmatori della Project Argon, hanno rivisto completamente il vecchio titolo della Radical, sviluppando uno strabiliante e divertentissimo Megablasters: Escape from Castle in the Clouds.
Se si parla di computer 8bit, viene naturale guardarsi attorno e, spesso e volentieri, provare un minimo di invidia verso le consolle e verso quei giochi che hanno scritto un’era, soprattutto Adventure GDR e Action. Ora, ci troviamo a febbraio inoltrato, e se confrontiamo le statistiche degli anni scorsi, notiamo che le produzioni per il nostro caro Zx Speccy sono calati in maniera sensibile, l’anno passato con un attivo di ben settantasette giochi  (vale a dire circa cinque al mese), non ci si poteva lamentare; ma non era tutto oro quello che usciva, anzi, molti giochi non raggiunsero la sufficienza, o erano talmente banali da essere esercizi di programmazione.
Siamo all'inizio del 2015, il mondo intero è sconvolto dalle esplosioni atom......ehm, no questa era un'altra citazione riguardo un altro individuo tutto muscoli. Qui invece parliamo di un evento insolito, soprattutto perché giunge a gran sorpresa come un petardo di capodanno. Ma più che capodanno, sembra che l'epifania abbia donato qualcosa di meraviglioso alla comunità MSX, un titolo che ha fatto parlare di se in tutto il mondo, con cui la Capcom ha confermato il suo prestigio: parliamo del picchiaduro più famoso e rieditato del mondo, Street Fighter.  
Si è appena concluso il CPCRetroDev, una competizione sugli homebrew per Amstrad CPC. Quest'anno, i giochi presentati erano sedici, qualcuno in più degli anni passati, e con un livello di programmazione, confrontando quegli degli anni passati, a livello grafico molto inferiore, ma con un aumento della giocabilità non indifferente.
Allarme, allarme, alcuni alieni sono entrati nel perimetro dell'atmosfera terrestre. Inviate subito i caccia ad intercettarli. Come dite!, distrutti... allora non ci resta altro che mandare il carro armato di nuova generazione lo ZX Tank.... Dopo la premessa eccovi presentato: Battle Tank 3D and some aliens. L'ultima fatica di Gabriele Amore (autore di Cattivik, giusto per fare un nome). Il gioco ci mette alla guida di un carro armato e un mirino ove sparare agli alieni, sulla destra avremo una mappa che ci darà la giusta posizione delle zone infestate dagli invasori, una volta ripulita l'area, verrà assegnata un'altra zona.
E' proprio vero...il male non muore mai. Soprattutto se parliamo di Cattivk, noto personaggio fumettistico degli anni '90, creato dal prolifico  Silver (autore anche di Lupo Alberto). Il nostro connazionale Gabriele A., ha deciso di dare alla sua prima opera, ecco la nostra recensione "Torna Cattivik... e parla italiano...", il giusto sequel, con evidenti cambiamenti di gameplay: un misto tra Arcade e Platform, avremo enigmi da risolvere per passare i livelli, possiamo nuotare, saltare, calciare i vari personaggi che ci ostacoleranno, e altro ancora che non ci è stato svelato (stiamo parlando di Cattivik il genio del male, volete che ci dica tutto subito?) Godiamoci questo primo video di questa opera. :-)  
Eccoci alla seconda parte di SupermegaRetroNewsssssss. Come di consueto ci piace fare il punto su alcune situazioni riguardo il Retrogaming e analizzare alcuni problemi che purtroppo, lentamente e speriamo non in modo permanente, denigrano questo settore. Parliamo dei falsi tecnici ed esperti di retrocomputer, ovvero di persone, che senza cognizione di causa, dispensano consigli, ad utenti meno informati, inutili e dannosi per i nostri cari 8bit. Questa pratica si nota soprattutto nei vari social network, e non nei classici forum per via dei filtri degli amministratori. Senza entrare nel merito e in casi specifici, chiediamo a tutti gli utenti di fare attenzione a questi ciarlatani, e di fidarsi di chi è nel settore da molto tempo, non arrabbiatevi se non rispondono in tempo reale, e...
E' proprio il caso di dirlo: a volte ritornano! Chi? Ma le succose Retronews! In questi mesi, di silenzio quasi assoluto, l'impressione di un drastico calo di interesse nei vari 8/16bit era percepito, dagli addetti ai lavori, come conseguenza alle situazioni create sui vari siti di vendita: MSX venduti a 1200 dollari, Zx Spectrum venduti oltre i 200 euro, Commodore 64 e Amstrad CPC venduti a più di 100 euro... una speculazione a dir poco scandalosa. Il tutto, ovviamente, ha creato, e continua a creare, una cannibalizzazione, non solo del settore hardware, ma anche del settore software. Infatti chi desidera programmare un nuovo software, gioco o applicativo, spesso fabbisogna della macchina originale per avere un riscontro di compatibilità (non è raro che su un emulatore un...
Eccoci di ritorno finalmente a scrivere nuovamente su queste pagine per informarvi sulle novità più interessanti provenienti dal settore retro informatico. Le nostre avventure al Gaming Park 2014 di Mantova e del recentissimo Lucca Comics & Games 2014, ci hanno messo un po' a dura prova ma alla fine riprendiamo sempre la nostra missione! Siamo ormai a fine anno e anche uno dei più importanti retro contest per sistemi a 8 bit, sta volgendo ad una conclusione. Parliamo del C64 16k Cartridge Game Developement Contest.
Chi di voi ha mai sentito parlare di Horace, la mascotte britannica che spesso occupava posti di rilievo fra i titoli sviluppati per le macchine Sinclair? COME NESSUNO??? Aahh! Era uno scherzo! Ebbene sappiate che esisteva la sua controparte americana sul quale venivano sviluppati giochi per il clone a stelle e strisce dello Zx Spectrum, il Timex Sinclair 2068, un personaggio poco somigliante al parente britannico, ma non si poteva dire altrettanto delle sue avventure digitali. E da qui il nostro Italianissimo e "spectrumissimo" Alessandro Grussu, torna a far sognare i nostri Zx Spectrum 48/128k con un'avventura epica che coinvolge questa volta entrambi i personaggi storici. Nasce cosi, COUSIN HORACE.
Che Denial sia la comunità più attiva nei confronti del piccolo Commodore VIC 20, è cosa risaputa, ma risulta anche la più geniale, dimostrando dopo anche periodi di pausa, di essere sempre avanti con le idee e di svilupparle nel modo più creativo ed efficace possibile. Particolarmente questi mondiali 2014 hanno scatenato la voglia di sport in formato digitale, con il rilascio di alcuni titoli homebrew davvero interessanti e molto altro ancora.
Questa notizia potrebbe far saltare dalla sedia sia qualche vecchio appassionato della cara e gloriosa console Atari 2600 o VCS, sia quei maniaci arcade che negli anni '80 non si erano fatti mancare nulla e giocato a qualsiasi cabinato che gli si presentasse davanti, ma di certo nessuno potrà dimenticare l'innovativo sparatutto spaziale a scorrimento multidirezionale dell'altrettanta innovativa Namco, battezzato nel 1981 Bosconian, diffuso nelle sale giochi da un capo all'altro del globo, dove i suoi 255 livelli (avete letto bene, 255!!!) hanno frustrato decine di migliaia di giocatori e allo stesso tempo divertito tanto quanto il suo fratello di sangue Pac Man. Nello stesso periodo l'Atari 2600 era fra le console più diffuse nonostante la grafica molto spartana offerta dal suo...

MSX Dev '11 dichiara il suo vincitore e definisce il suo futuro

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Proprio ieri, mentre navigavo tra varie pagine web, stavo apprendendo l'improvvisa decisione di chiudere con il 2011 MSX Dev , l'annuale contest di sviluppo dedicato allo standard MSX di prima generazione, che dalla prima edizione del 2003 ad oggi, ha permesso la pubblicazione di ben 110 nuovi titoli per lo standard di Kazuhiko Nishi, di cui oltre la metà di altissima qualità, trovando spazio anche in vere e proprie campagne commerciali, portando alto il nome di alcune software house come la Karoshi, Relevo e nomi come Jon Cortazar, nonché alla nomina del videogioco vincitore dell'edizione 2011, ovvero ZOMBIES INCIDENT, di cui ne abbiamo parlato gia in questo LINK.

Fortunatamente sembra che sia stata fatta nello stesso giorno una marcia indietro, in quanto l'annuncio ufficiale sul sito ha scatenato migliaia di polemiche da parte di utenti e sviluppatori appassionati che attraverso i forum spagnoli hanno manifestato il loro dissenso a tale decisione e promettendosi di dare nuova linfa a quello che sembrasse un fuoco spento.

In effetti il fondatore del contest nel suo post, esprime con orgoglio e nostalgia allo stesso tempo, quanto questa iniziativa abbia significato per il mondo MSX, ma riconoscendo comunque che con il tempo la gente cambia, cambiano gli interessi o purtroppo gli impegni personali, infatti cita le edizioni 2005 e 2006 tra le più vive che siano state organizzate, con la pubblicazione totale in due anni di ben 40 nuovi titoli, ma che poi con il passare degli anni, ci sia stato un interesse sempre meno costante, pur garantendo, se non in quantità, almeno la qualità delle nuove proposte MSX.

Era stata prevista anche una sorta di organizzazione sostitutiva del contest, presenziata dalla comunità MSX Banzai, ma a quanto sembra la comunità Karoshi sarà la nuova forza motrice della futura e prossima edizione MSX Dev'12, di cue è stato realizzato già il nuovo logo.

Presto avremo novità a riguardo, tenendovi ovviamente aggiornati sull'argomento.

Link di riferimento: http://msxdev.msxblue.com/?p=1535

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Attenzione! Avviso agli utenti di Rebit Magazine che per chi utilizza la versione 8 di Internet Explorer, a causa di un BUG all'interno del browser Microsoft, nel caso in cui vi fossero problemi relativi al login, ovvero vi impedisce l'accesso al sito, impostare la visalizzazione in "modalità compatibile Internet Explorer 7", andando nel menu Strumenti -> Impostazioni Visualizzazione Compatibilità ed aggiungere www.rebitmagazine.it fra i siti in visualizzazione compatibilità, oppure aggiornare IE alla versione 9.

Questo inconveniente non sussiste con FireFox e Google Chrome.

Grazie ancora, la redazione si scusa ulteriormente per questo inconveniente.

L'Amministratore.

Ultimo Re.BIT

Re.BIT - 9

Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia.

Re.BIT Radio



Siamo on-line per ora solo nelle ore pomeridiane e serali.

Buon ascolto!

Entra nella Re.BIT Chat!

Chi c'è in chat

  • Nessun utente on line

Chi c'è online

None

Siti Consigliati

Relevo Videogames
PC Retrogames
XAD Nightfall
Game Search










Statistiche

jeux gratuit

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per altre informazioni, leggete la nostra pagina privacy policy.

Accetto i coockies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information