Get Adobe Flash player

Re.BIT Login

Cerca

Topic recenti

  • Nessun messaggio da mostrare.

Top Post Commenti

Statistiche Forum

  • Totale utenti: 508
  • Ultimo utente: schiopp
  • Messaggi totali: 1243
  • Discussioni in totale: 213
  • Totale sezioni: 6
  • Categorie totali: 36
  • Aperti oggi: 0
  • Aperti ieri: 0
  • Risposte odierne: 0
  • Risposte di ieri: 0

Widget Readers

Ho sempre pensato che nelle macchine Commodore il set di caratteri PETSCII avesse un altissimo...
"I tempi sono duri per il povero vecchio Willy: decenni di festeggiamenti eccessivi hanno pesato...
Senza se e senza ma, senza troppi preamboli sulla nostra lunga assenza tornamo finalmente a...
Siamo nel 2018 e gli utenti del leggendario sistema ATARI 8 BIT hanno terminato la loro...
Dopo molto tempo di inattività eccomi ritornare portando nuovamente sulle pagine web di Re.BIT...
Girovagando sulla rete mi sono imbattuto su una notizia che sicuramente non sarà fresca di stampa,...
Sembra che il fascino del retrogaming abbia condizionato non solo il modo di giocare ancora oggi...
Mentre l'edizione 2017 del contest annuale MSX Dev' si trova alle ultime battute, per il quale ci...
Uno dei giochi più difficili della storia del software spagnolo conosciuto come Abu Simbel...
Siamo nuovamente sulle pagine dedicate al retrosviluppo, riesumando un progetto che Re.BIT aveva...
Il Commodore 64 ha sempre vantato un palinsesto giochi che abbracciava qualsiasi settore e il 99%...
Un anno davvero interessante è entrato nelle case degli utenti Amstrad CPC, diversi titoli sono...
Dopo ben trent'anni dalla sua prima pubblicazione per lo standard MSX di prima generazione, la...
Dopo giusto un anno, Zombo, uno dei recenti protagonisti del palcoscenico Zx Spectrum, è...
Certo! Tremate 8bittiani, perché le streghe son tornate, come non le vedete? Da dove provengono?...

E' nuovamente "bomberman style" sul CPC con il nuovo Megablasters

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Era da un po' che annusavo nell'aria novità importanti per tutto il settore 8-bit e non mi sono sbagliato. Molte sono state le novità dall'inizio di questo 2015 e questa volta siamo giunti anche sul sistema di Alan Sugar, l'Amstrad CPC.

Molti utenti ricorderanno bene che per questo computer non esisteva alcuna conversione ufficiale dell'esplosivo maze-game di casa Hudson, ma come ogni sistema videoludico che si rispetti, anche l'Amstrad CPC aveva il suo bel clone di Bomberman, chiamato Megablasters e sviluppato nel 1994 dalla Radical.

A distanza di oltre vent'anni i programmatori della Project Argon, hanno rivisto completamente il vecchio titolo della Radical, sviluppando uno strabiliante e divertentissimo Megablasters: Escape from Castle in the Clouds.

Il gioco originale montava diversi mondi per cinque livelli ognuno con un guardiano di fine livello, contro i soli otto e un boss finale della nuova release, ma conta su un gameplay molto più impegnativo ed un livello di difficoltà piuttosto alto già dalle prime battute di gioco, tipiche impostazioni degli arcade di una volta.

Secondo la trama, il gioco si pone proprio come seguito del primo titolo, dove ricordiamo i protagonisti, Bart e Bob, hanno il compito di salvare i gemelli magici catturati dallo stregone  Cobron.

Ora pero' è il momento di darsi alla fuga e di scappare dal castello avvolto tra le nuvole dello stregone Cobronm, dove mostriciattoli di ogni genere cercheranno di farci la pelle. L'unica possibilità di fuga è eliminare tutti i nemici presenti per ogni livello con la nostra abilità di !bombaroli!, piazzando i nostri esplosivi nei punti giusti e nel tempo giusto da mettere in trappola i nemici ed incenerirli per bene.

Durante il gioco è possibile raccogliere alcuni oggetti preziosi rilasciati dalle mura esplose, come punti extra o potenziamenti, come ad esempio la possibilità di aumentare il raggio d'azione dell'esplosione oppure quella di rilasciare piu bombe di seguito.

Giunti alla fine dell'ottavo livello ci si presenta davanti il boss finale, rappresentato da un bruco gigante non molto amichevole contro il quale è caldamente consigliabile arrivarci con più potenziamenti possibili.

Sia l'intro che le scene finali sono molto elaborate con disegni d'autore e una trama ben congeniata, la grafica ha un design isolito e affascinante, sembra di essere in un castello di cristallo, gli sprite si muovono fluidamente come se fossero hardware di sistema, la loro definizione grafica è quasi maniacale, il tutto contornato da una colonna sonora che sfrutta piuttosto bene il generoso PSG dell'Amstrad CPC.

Un'esperienza imperdibile sia per la qualità del titolo sia per il fatto che è gratis.

Un piccolo gioiello che va ad aggiungersi al palinsesto dei recenti freeware dedicati al piccolo 8 bit Amstrad.

Buon divertimento.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Attenzione! Avviso agli utenti di Rebit Magazine che per chi utilizza la versione 8 di Internet Explorer, a causa di un BUG all'interno del browser Microsoft, nel caso in cui vi fossero problemi relativi al login, ovvero vi impedisce l'accesso al sito, impostare la visalizzazione in "modalità compatibile Internet Explorer 7", andando nel menu Strumenti -> Impostazioni Visualizzazione Compatibilità ed aggiungere www.rebitmagazine.it fra i siti in visualizzazione compatibilità, oppure aggiornare IE alla versione 9.

Questo inconveniente non sussiste con FireFox e Google Chrome.

Grazie ancora, la redazione si scusa ulteriormente per questo inconveniente.

L'Amministratore.

Ultimo Re.BIT

Re.BIT - 9

Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia.

Re.BIT Radio



Siamo on-line per ora solo nelle ore pomeridiane e serali.

Buon ascolto!

Entra nella Re.BIT Chat!

Chi c'è in chat

  • Nessun utente on line

Chi c'è online

None

Siti Consigliati

Relevo Videogames
PC Retrogames
XAD Nightfall
Game Search










Statistiche

jeux gratuit

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per altre informazioni, leggete la nostra pagina privacy policy.

Accetto i coockies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information